Abbiamo vinto #culturability5: #ConMe tutti sulla stessa barca!

Abbiamo vinto #culturability5: #ConMe tutti sulla stessa barca mediterranea!

341 i progetti candidati per il bando #culturability5 della fondazione Unipolis e 15quelli finalisti: da Bergamo a Sassari, provenienti da ogni parte d’Italia…e infine6 i vincitori: #ConMe: il Convento Meridiano di Cerreto Sannita in provincia diBenevento supera la finale perché tutto “sembra impossibile finché non viene realizzato”!

Chi siamo e cosa vogliamo fare?

Tutto ci appare diverso rispetto a qualche giorno fa: siamo sempre gli stessi, ma carichi e pronti a un impegno che è collettivo e anche inclusivo perché ricompone una storia comune, ma soprattutto ci interroga sul nostro futuro!Torneremo a far vivere l’ex istituto Leone XIII di Cerreto Sannita con la voglia trasformarlo in un centro di fruizione e produzione culturale, ibrido e inclusivo: uno spazio che ospiterà un cinema, una biblioteca, sale per le performance, una galleria d’arte, una ludoteca, un coworking dove mettere in connessione il ceramista tradizionale, l’artigiano digitale e il giovane maker. I giardini saranno trasformati in orti sociali con l’obiettivo di recuperare colture autoctone, creando occasione di occupazione per persone e famiglie fragili. Un collettivo di giovani creativi, maker, innovatori e progettisti della cultura sapranno accendere una scintilla di positività e restituire un senso di unità al nostro vivere quotidiano attraverso la rigenerazione culturale che supera qualsiasi barriera mentale per condividere gli aspetti più belli di una comunità, ritrovando il senso, ormai disperso, delle connessioni relazionali. ConMe metterà le arti performative al centro di un processo di coinvolgimento delle comunità, non solo del territorio, per favorire e facilitare il dialogo creando ponti con altre realtà di europee: darà espressioni a bisogni, visioni e sfide che saranno inserite dentro contesti di funzionamento e sostenibilità.La grande sfida di questo luogo, che ritorna a fare cultura, sarà quella di migliorare la qualità e la quantità della partecipazione. Tutti i nostri sostenitori e i partners saranno al nostro fianco ancora per dare concretezza a una visione che vale una traversata nel Mediterraneo Comune: mare di storie, di uomini e di sconfinamenti.

Grazie a tutti:

Fondazione Unipolis, Roberta Franceschinelli, ai nostri tutor: Make a cube, Avanzi, FondazioneFizzcarraldo e Alessandra Gariboldi, ai nostri partners: Istituto Istruzione Superiore”M.Carafa-N.Giustiniani”, GAL Titerno, iCare cooperativa sociale, Scuola d’Inglese Albion, GAL Alto Tammaro Terre dei Tratturi, Civitates Srl Impresa Sociale, Gramigna Associazione di Volontariato, Cooperativa Sociale Immaginaria, Associazione Culturale L’Agorà, Associazione Mondopopoli ONLUS, Itinerari Paralleli APS, L@S APS, La Capagrossa Coworking, Cineteca Lucana,Rural Hack, Echoes srl, Human Ecosystems Relazioni srl, La Scuola Open Source srl, E-Direct srl, Seven&Systems srl.

E ai finalisti di Culturability: Badia Lost & Found | Lentini – Siracusa; BIP – Ballo In Piazza |Lucca; Da grande sarò un teatro! |San Vito dei Normanni – Brindisi; DLF – Dove Liberare Futuro| Bologna; ExSA sunt communia | Legàmiin evoluzione | Bergamo; Fare Scuola | Modena; FontegoHub – Il primo CulturalHub a Venezia |Venezia; Giovani Open Space (GOS) –Distillerie Culturali |Barletta; Imbarchino, molto più di unluogo comune | Torino; Landworks Plus In-Segnare il paesaggio | Sassari; Le officine delle idee |Pisa; Roma Smistamento | Roma; Spazio 13 | Bari; Spazio Franco | Palermo.

CHI SIAMO?

Siamo un nucleo indipendente di operatori dello sviluppo locale e giovani professionisti della cultura, uniti da uno scenario marginale e depresso sul quale vogliamo intervenire, consapevoli della responsabilità di promuovere reti di comunità locali per innescare processi di accensione civica e di ricomposizione di “luoghi comuni” attraverso la cultura. Siamo un motore di cambiamento per le comunità delle aree interne che vogliono rimettersi in cammino e lo facciamo creando una rete di soggetti che da sempre operano nella gestione di progetti di sviluppo delle aree interne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.